Location Matrimoni Roma

Viaggi di nozze

GIVEN2: Una LISTA NOZZE davvero speciale

Care Sposine,
avete già iniziato a pensare alla vostra Lista Nozze? Siete indecise fra negozi di casalinghi, grandi catene di elettrodomestici, agenzie di viaggi? O magari, come tantissimo Sposi del nuovo millennio, state già convivendo da tempo e non vi occorrono altri servizi di piatti o ulteriori lavastoviglie, per non parlare di quei soprammobili destinati a prender polvere sul comò della camera degli ospiti?
Beh, ora c'è una novità: Given2 !
Fondata da Luigi Petrillo e Paolo Bernardi, Given2 è una nuova applicazione web per fare Liste regali e liste nozze comodamente seduti davanti al computer di casa, d'ufficio o come ormai alla portata di molti, in mobilità con i vostri tablets o smartphones.





Given2 è in continuo sviluppo da circa un anno, ma sta già avendo successo tra le coppie più al passo coi tempi!
Grazie a cosa?!? Beh...Ve lo diciamo subito:
Il target di Given2 è rappresentato sicuramente da tutte quelle giovani coppie che sono in procinto di compiere il grande passo, che vogliono un mezzo più interattivo, moderno e soprattutto comodo (soprattutto per chi ha invitati provenienti da varie città) per organizzare la propria Lista nozze.

Given2 è un prodotto nuovissimo, ma già molto apprezzato da chi ha avuto modo di utilizzarlo per la propria lista nozze.
Testimoniano l'ottimo lavoro fatto sino ad ora proprio i feedback super positivi dei propri utenti.
Le novità per il futuro sono:
  • svariate evoluzioni del sistema;
  • Traduzioni del sistema in 5 lingue;
  • Maggiori integrazioni ed interazioni con Facebook ed i vari social networks;
Non vi resta che sperimentare questo nuovo, ma comodissimo modo di creare la vostra Lista regali/nozze.

Collezioni abiti da SPOSA 2013


Corti, semi-corti, al ginocchio o longuette. Il corto, ma non troppo, sembra essere il protagonista della MODA SPOSA 2013, da New York, passando per Barcellona ed arrivando persino a Londra.

fonte foto: www.style.it

Solitamente indossati per il rito civile, gli abiti corti sono scelti con sempre maggiore frequenza anche da chi opta per la cerimonia di tipo religioso, dando un segnale netto di rottura con la tradizione che vorrebbero veder sfilare sulle navate Spose più tradizionali e classiche, con abiti notoriamente più romantici e fiabeschi.

fonte foto: www.style.it

Le proposte delle ultime passerelle di Moda Sposa, da New York e Barcellona passando per le quelle più recenti di Londra, vanno da tubini minimal chic a soluzioni più retrò, che ripercorrono i tagli che andavano di moda nei mitici anni '50.
fonte foto: www.style.it

Insomma se per il vostro matrimonio puntate su un modello corto e meno tradizionale, questo è l'anno per voi, ma non temete, Spose più romantiche, l'abito lungo è e sarà sempre l'icona della Sposa Italiana e siamo certi che poche di voi si lasceranno scappare la possibilità di indossare l'abito principesco, più o meno pomposo, più o meno classico, ma comunque lungo, che avete sempre sognato!


Edited by: Indimenticabile Eventi - Wedding Planners - www.italian-weddingplanners.com

CURIOSITA': LA CERIMONIA DEL TE' GIAPPONESE


Care Sposine, oggi vi presenteremo una curiosità che ci ha davvero colpito...Una cerimonia speciale che potremmo dare al vostro matrimonio o magari al vostro addio al nubilato un tocco di classe in puro stile ZEN, ormai tanto di moda!

Lacerimonia del te' giapponese e' un piccolo momento di raccogliemento, di relax dalla vita frenetica di ogni giorno, Infatti e' stata creata da un monaco buddista zen, non e' assolutamente paragonabile a te' inglese come molta gente pensa, si preparano alcuni oggetti in bamboo, bellissime tazze in porcellana, si usa un te' pregiato chiamato maccha, dopo che la polvere e' stata messa nella tazza si procede con l'aggiunta di acqua calda, e si usa una specie di ''pennello'' in bamboo e delicatamente di smuove la polvere che produrra' una schiumina, a quel punto il te' e' pronto, prima di berlo il maestro/a del te' invitera' l'ospite a mangiare un dolce, infatti questo te giapponese non va mai zuccherato. Si beve in silenzio e si gusta quell'attimo di calma zen fino in fondo all'anima.



La semplicità di questa cerimonia, a cominciare dall'oggettistica, che riprende forme della stessa cultura contadina. il chashaku (茶杓) in bambù , la stanza del tè a quattro stuoie (tatami) e mezza, in modo da diminuire gli utensili. E si espone dei rotoli che riportavano disegni o scritture (kakemono, 掛物) . La celebrazione semplice e umile di questa cerimonia sta anche nel fatto che ci si inchina all'inizio e alla fine , si rimane in posizione inginocchiata, in modo da poter meglio osservare gli utensili, spesso di manifattura grezza e semplice, si osserva la tazza, la si poggia sulla mano sinistra, si fa ruotare in senso orario, si fa un piccolo inchino come segno di rispetto alla memoria del maestro , quindi si beve in pochi sorsi, rumoreggiando ( non e' maleducazione, anzi) quindi si osserva nuovamente la tazza, si gira insenso anti orario la si poggia alla destra dell'ospite piu' importante, il maestro la riprende, e la rimette al suo posto. La stanza da te' e' piu' semplice possibile, si deve infatti creare il vuoto, ci si spoglia di ogni possibile oggetto che ricordi la vita mondana . Ci sono 4 punti essenziali da rispettare per creare una cerimonia del te' : Armonia, rispetto, purezza e tranquillita.

Mi chiamo Catia , ho iniziato a studiare cerimonia del te' 2 anni fa' sotto la guida di una maestra giapponese Yoko Shimada, con l'intento di far conoscere a piu' persone possibili quest'arte sublime, il mio sogno e' a mia volta di diventare insegnante in futuro e di poter non solo insegnare a persone interessate al Giappone, la via del te', ma anche le altre meravigliose arti che il paese del sol levante da centinaia di anni tramanda. 


LA CREATIVITA' DI SARAH


Care Sposine,
oggi vi presentiamo Sarah Ellero, una “ragazza” giovane dentro e fuori, di 44 anni, che si occupa di pittura e grafica, che ci confida di aver riscoperto il suo lato romantico durante l'organizzazione del proprio matrimonio!

La sua capacità artistica, congiunta alla sensibilità sviluppata nei confronti di un evento empatico, come il Matrimonio, le permette di creare bigiotteria ed acconciature SPOSA, davvero uniche nel loro genere!
Ormai è operativa da 7 anni ed anche se si occupa anche di battesimi, nascite e lauree, ealizza principalmente portafedi, partecipazioni / inviti e bomboniere in coordinato per matrimoni, cercando di comprendere ed interpretare i gusti di ogni singola Sposa ed il carattere della coppia.
Il tutto è poi trasformato nelle bozze, sulle quali si baserà la scelta degli Sposi.
Dando quindi ad ogni coppia la possibilità di modificare il tutto a proprio piacimento, perché, sottolinea Sarah, “Sono loro i protagonisti!”.


Le sue creazioni sono indirizzate a tutte le coppie che non vogliono uniformarsi, a chi non si accontenta!
Sarah mette la sua creativitià a disposizione dei vostri desideri ed è così che riesce a materializzare i vostri sogni in ogni suo piccolo capolavoro!
Inoltre, ci ha comunicato in anteprima, che sta realizzando delle decorazioni un po' particolari per le acconciature da sposa e della bigiotteria in stile Belle Epoque ed Art Noveau e che sta persino cercando di “svecchiare” l'idea classica del portafedi...Siamo certi che ci riuscirà!
Come molti operatori del nostro settore, anche la carriera di Sarah, è cresciuta nel tempo tramite il passaparola, raggiungendo non solo le varie città italiane, ma addirittura l'estero, dove il MADE IN ITALY è sempre apprezzato!
Alcuni negozi le hanno persino chiesto esporre le sue bellissime creazioni.
Ci confida, che non c'è soddisfazione maggiore di quando riceve la telefonata di una perfetta sconosciuta che ha vedendo i suoi lavori al matrimonio di una amica ne è rimasta affascinata, a tal punto da volerli per sé.

Sui progetti per il futuro, è molto diplomatica e preferisce non sbilanciarsi. Siamo certi, però, che manterrà la sua grande qualità, in piena autonomia, a prescindere dalle “tentazioni” del mercato, che spesso portano i creativi e gli artisti ad omologarsi, per creare prodotti più “commerciali”, ma non è questo il caso! 

Per info: http://www.lebombonieredisarah.blogspot.it/