Il reportage e il fotogiornalismo di matrimonio

Dato che abbiamo trattato spesso in questo blog il tema del "reportage di matrimonio", abbiamo deciso di lasciare la parola ad un esperto del settore, il fotografo  Andrea di Cienzo, per fare chiarezza sulle principali peculiarità di questo stile, che sempre più sta prendendo campo anche in Italia.

"Mi rivolgo a chi ha intenzione di sposarsi, ma odia essere ritratto in foto statiche (per quanto possano essere belle e suggestive) perché non ama mettersi in mostra o a coloro che non sopportano i tempi di posa per lo scatto perfetto nelle cerimonie (a volte diciamocelo decisamente troppo). Vi comunico una bella notizia: avete sofferto fin troppo!
Abbiamo una novità che sicuramente vi farà piacere e vi farà rivalutare le cerimonie che, fino alla lettura di questo articolo, pensavate fossero solo una causa di ansia poiché preoccupati dalle estenuanti foto di rito.
La fotografia, infatti, si caratterizza, oltre che per l’innovazione anche per la sua grande versatilità data naturalmente anche dalla bravura del fotografo che, intersecando diversi generi, riesce a renderli unici nel suo genere: nasce così il reportage o il fotogiornalismo di matrimonio, un’ottima soluzione per unire scatti spontanei a spunti artistici che saranno in grado di descrivere in maniera particolare e soprattutto naturale la vostra cerimonia, utilizzando come soli effetti speciali le vostre emozioni.
Il reportage si compone di pochi fotogrammi che verranno scelti dal fotografo, dopo aver concordato con i novelli sposini un fil rouge, un argomento, un messaggio che si ha intenzione di comunicare: il compito del fotografo si rivela così fondamentale per questa mansione, anche perché va ad assumersi l’arduo compito di raccontare il vostro grande giorno, prendendo in considerazione non solo scatti utilizzati normalmente per i classici album ma improvvisando, aggiungendo anche e soprattutto foto fuori programma come ad esempio le fasi preparatorie a casa degli sposi per immortalare l’essenza della giornata a partire dai dettagli.
Solitamente,questa tipologia di fotografia è adatta maggiormente alle coppie che non amano mettersi in mostra ma in realtà si mostra ideale per ogni tipologia di matrimonio: dalle cerimonie più intime e romantiche alle feste con molti partecipanti e perché no, anche con intermezzi divertenti."

In parole povere, se avete sempre sognato di ritrarre il vostro matrimonio diversamente dalle cerimonie classiche, preferendo mostrare le vostre emozioni alle semplici pose artefatte, il reportage è forse il metodo migliore da prendere in considerazione. Ovviamente per avere un risultato ottimale, scegliete in maniera oculata e ponderata di essere affiancati da un professionista come Andrea di Cienzo Photography che sarà capace di trasformare la vostra indimenticabile giornata in un vero e proprio viaggio fotografico, preservando la sua linfa vitale “finchè morte non vi separi”.

Vi invitiamo a visitare il sito di questo bravissimo fotografo romano per farvi un'idea più precisa dello stile dei suoi scatti: www.andreadicienzo.it